La copertina non fa il libro

Articolo pubblicato il 10/02/2016 - Tempo libero

Se scegliere un libro in funzione della copertina è una cosa comune, le librerie Elizabeth's Bookshops propongono dei blind dates letterari, avvolgendo una selezione di libri con della carta da pacchi su cui vengono scritte le grandi tematiche del libro.

Don't judge a book by its cover (Non giudicare un libro in funzione della copertina). Affidandosi a questo detto anglosassone, le librerie australiane Elizabeth's Bookshops organizzano degli incontri letterari grazie al programma Blind Date with a Book. In questa selezione di opere, la copertina e la quarta vengono coperte con della carta da pacchi, lasciando vedere al cliente soltanto le informazioni chiave aggiunte dal librario. Le principali tematiche toccate, il periodo storico del racconto e caratteristiche più importanti del libro sostituiscono quindi il titolo, l'illustrazione e il testo sul retro del libro, per permettere ai lettori di scegliere.

In quanto, se alcuni libri hanno una copertina accattivante quanto il testo, a volte la copertina può nuocere al testo. Grazie a Blind Date with a Book, queste librerie indipendenti eliminano, in un certo modo, i parassiti che provengono dal marketing e apportano una nuova dimensione alla consulenza per il cliente nel settore del libro. Senza contare che trovare il titolo prima di aprire il pacchetto può diventare un vero gioco!

 

Blind Date with a Book in snowy Tallinn, Estonia. Thanks Tuuli ???? #blinddatewithabook #tallinn #estonia #spanishcivilwar #loyalty #defeat

Une photo publiée par Blind Date with a Book (@ablinddatewithabook) le

 

 

 

 

Fotos: A Date with a Book / Instagram

Articolo scritto da Cécile Lessard
Vi sono piaciuti? CONDIVIDETE: